I progetti

Siamo una Cooperativa Sociale che dal 1999 lavora per facilitare l’integrazione sociale e lavorativa di persone con disagio mentale e lo facciamo attraverso il coinvolgimento di queste persone in laboratori di formazione e produzione di oggetti artigianali-artistici da vendere poi all’esterno.
I laboratori vengono gestiti da Primo Sole presso Centri Diurni di Roma e Provincia.

Siamo convinti del valore insito nella diversità che arricchisce attraverso il confronto, anche con chi è portatore di un mondo interiore “complesso” e di più difficile integrazione. In questo clima, operatori e utenti collaborano per dar vita ai prodotti firmati Primo Sole: grafici, artisti ed esperti di moda innamorati del nostro progetto, intervengono per dare un loro contributo creativo a tutte le produzioni.

Il risultato finale: uno spazio in cui è possibile respirare un’aria lontana dalle logiche comuni, un ambiente in cui lavorare è stimolante e spesso divertente, in cui lo scambio, l’impegno e le intuizioni danno vita ad oggetti unici e di alta qualità artistica e sociale…

 

I nostri laboratori: un caos creativo



Stoffe, fili, macchine da cucire spesso “maltrattate”, cassetti e cassettini da cui spuntano pezzi imbastiti o lasciati lì, in attesa di nuova ispirazione. Vecchi mobili che prendono nuova vita, oggetti reinventati che diventano altro. Qualcuno indaffarato nel suo nuovo progetto… Da un’altra parte, ordinati, i lavori finiti, pronti ad essere mostrati con orgoglio a chi, passando, si affaccia dalla porta per vedere come va.

All’interno dei laboratori, particolare cura è messa nello sviluppo della creatività e della fantasia; l’attività è accessibile anche agli utenti con problemi più seri, grazie alla formazione e all’individuazione di ruoli e compiti.
I laboratori di formazione e produzione di articoli di artigianato sono stati progettati per svolgere tre importanti funzioni riabilitative:

  • inserimento lavorativo tramite la vendita dei prodotti confezionati
  • accoglienza e promozione di scambi sociali. I laboratori permettono infatti di creare un clima affettivo stabile ed accogliente
  • valorizzazione degli aspetti creativi della personalità attraverso la produzione di prodotti in cui è possibile esprimere dimensioni estetiche personali

Interventi di sostegno e riabilitazione 

 

La Riabilitazione Psichiatrica

Obbiettivo dell’intervento riabilitativo nell’ambito psichiatrico è attivare le risorse del soggetto al fine di favorirne il reinserimento nel proprio ambiente famigliare, sociale e lavorativo, per raggiungere una rinnovata condizione di autonomia, così da abbandonare il ruolo di malato e recuperare la propria degnità di persona.

Laboratorio di informatica, presso il Centro Diurno di Velletri

Condotto da :

- dott.sa Maria Teresa De Luca, psicologa, specializanda in psicologia cognitiva,esperta in ambito educativo – riabilitativo.

- dott.ssa Adriana Nuglio, psicologa, psicodiagnosta, esperta in ambito educativo – riabilitativo,docente di scuola primaria e dell’infanzia.

Obiettivi del progetto :

- Facilitare le relazioni sociali e la comunicazione.

- Promuovere l’autonomia personale del soggetto.

- Facilitare l’inserimento lavorativo attraverso l’acquisizione di competenze informatiche di base.

 

 

Le Terapie Espressive

 

Le terapie espressive vengono utilizzate al fine di promuovere il benessere psico-fisico nel campo educativo e riabilitativo.

Laboratorio di Arteterapia Plastico-Pittorica, presso il centro diurno di Velletri

Condotto da Melissa Maio, Arteterapeuta Plastico-Pittorica, Docente di discipline artistiche

L’Arteterapia, è una disciplina che utilizza il linguaggio non verbale, di tipo grafico pittorico e plastico, al fine di favorire e promuovere i processi di espressione del Sé, facilitando la comunicazione e l’elaborazione dei propri vissuti emotivo-affettivi.

Il focus dell’Arteterapia, più che sul prodotto artistico finale, è sul processo creativo in sé. Il prodotto artistico è il mediatore, il ponte, tra il mondo interno di chi crea, e il mondo esterno, tra la realtà percepita soggettivamente e la realtà oggettiva: esso è infatti frutto del processo creativo del singolo individuo, ma anche oggetto concreto, esterno, che apre alla possibilità di un dialogo con l’altro che osserva.

In questo senso il processo creativo, al di là del contenuto e del risultato finale, è già terapeutico in sé, e attraverso il processo arteterapeutico la persona acquisisce una struttura interna che gli consente di vivere in modo funzionale i propri vissuti emotivi.

Oggi, l’Arteterapia viene utilizzata in campo clinico e terapeutico, in campo sociale, riabilitativo ed educativo. Il “fare arte” coinvolge l’individuo nella sua totalità soma-psiche, in quanto, l’attività creativa richiede sia un impegno intellettivo e cognitivo – legato all’immaginazione e all’ideazione del “prodotto artistico” – sia un impegno percettivo, sensoriale, e motorio, legato alla produzione artistica in senso stretto.

Grazie all’azione interdisciplinare, che caratterizza gli incontri di Arteterapia è possibile creare, dare forma ad emozioni, vissuti, esperienze, e integrarli come parti di sé in una struttura interna funzionale. Questo permette di acquisire una maggiore consapevolezza e di stimolare una percezione positiva di sé. 

 

Il nostro gruppo di lavoro

Lo staff

 



Presidenza:
 Caterina Vannini


Coordinamento:
 Paola D’Andrea 



Laboratori

Direzione artistica – linea OFFICINA TOM Primo Sole: Pietro Mancini
Responsabile di laboratorio di cucito: Eulalia Di Martino
Responsabile di laboratorio di bigiotteria artistica ed espressione creativa: Sara Rotondi

Soci Collaboratori: Sabina Febi, Stefano Fusari, Alberto Fusari

Gli artisti che collaborano con noi

Chiara Rapaccini. Vai al sito dell’artista.
Pietro Mancini. Vai al sito dell’artista.

…e tutti gli altri:

chi produce le  linee di Primo Sole sono persone con disturbi psichici che frequentano Centri Diurni per seguire attività di pre-formazione professionale affiancate a interventi terapeutici personalizzati 
…Difficile però descrivere il gruppo dei collaboratori, più facile raccontarli uno per uno…



Elsa (detta Ersa), dimentica sempre quanti anni ha, è il nostro comandante. La mattina arriva sempre puntuale, per lei l’attività del laboratorio è un vero e proprio lavoro. Decide se un lavoro è fatto bene, fa e tante volte disfa se qualcosa non è di suo completo gradimento. Lei nel caos non ci si trova proprio. Ci bacchetta e rimette tutto in ordine.



Clara
, la maga della cucina, si occupa delle colazioni, imbastisce e non mette bocca. Rispetta le gerarchie e per questo va tanto d’accordo con Ersa!



Sara, viene due volte a settimana, simpatica e creativa, spesso parla in rima e si racconta attraverso lunghi e profondi discorsi…tanto lunghi che a volte il gruppo la zittisce! 
Ogni lavoro su cui si cimenta è per lei un “nuovo bambino” e per questo una volta finito, ha qualche difficoltà a separarsene; anche se poi se ne fa una ragione perché, dice, “poi torna la primavera”.



Benedetta viene tutte le mattine da quando ha aperto il laboratorio. Lavora, lavora e ogni tanto si riposa. E’ dolce, premurosa e silenziosa.



Giacomo è tutto un sorriso. E’ bravo nel suo lavoro e mette di buon umore tutto il laboratorio.



Riccardo
è silenzioso ed ogni tanto si incanta sul lavoro, fuma e vorrebbe sempre fumare. A volte improvvisamente gli si illumina lo sguardo e fa battute che divertono tutti gli altri.

Questi e tanti altri, sono i protagonisti dei nostri laboratori e  gli autori di tutti gli articoli firmati Primo Sole!